Home News Lo scaffale delle parole

Lo scaffale delle parole

 

letture1

Donare è un atto spontaneo e gratuito, imparare a praticare il perdono invece è un cammino lungo e faticoso. Praticare la compassione, iniziare a “soffrire insieme” è l’unica risposta sensata che gli uomini possono dare, di fronte al male ed alla sofferenza.
Enzo Bianchi scrive che la via della compassione non è solo una proposta fattiva per fronteggiare l’individualismo: deve aprire una strada sociale che porti ad una svolta politica ed economica.

letture2

Il libro è una storia vera, un racconto di vita, di riscatto e di ricerca, non solo umana ma anche spirituale.
Nasser, attraverso un lungo viaggio e varie disavventure, approda prima in Grecia, poi in Albania e infine Italia, e qui, con grande fatica e tenacia, da apprendista, diviene imprenditore.
Nasser, Mimmo per gli italiani, è stato un immigrato clandestino, arrivato in barca dall’Egitto; è oggi una testimonianza di sacrificio e grande lavoro, che ha trovato, grazie al suo rapporto con Dio, il senso del suo percorso, e che offre ora ad altri opportunità di lavoro e di vita.

 letture3

Gli autori di questo libro per ragazzi, ci raccontano con delicatezza e ironia la storia di Conor, 13 anni, e della sua famiglia mentre attraversa un momento di sofferenza e solitudine.
E’ difficile per Conor occuparsi delle stesse faccende dei suoi coetanei, come la scuola o gli amici, perché la malattia della madre gli impone sentimenti nuovi e contrastanti.
Costretto dalla vha, a porsi domande esistenziali con incalzante insistenza, Conor scopre di avere già dentro di se tutte le risposte. È un romanzo questo, di ambientazione fantastica, che scende però nella profondità delle emozioni ed è impreziosito dalle illustrazioni di Jim Kayin.

 letture4

Il cagnolino George vuole davvero fare il bravo, perché ha promesso di fare il bravo. Ma quando il padrone Harry esce di casa l’impegno e le promesse di George cominciano a vacillare, proprio quando una grossa e invitante torta fa capolino dal tavolo…
le pagine cariche di colori brillanti, la goffa ingenuità del protagonista, e l’ironia sulla trasgressione delle regole, rendono la lettura di questo libro un’esperienza piacevole e liberatoria per grandi e piccini, mentre il finale aperto ci suggerisce un messaggio educativo importante: crescere significa anche imparare a controllarsi, a gestire la propria istintività, a rispettare le esigenze e le emozioni degli altri.

Condividi questo articolo.