Home News Si è spento a causa del Coronavirus padre Giuseppe Garbin

Si è spento a causa del Coronavirus padre Giuseppe Garbin

Si è spento  a causa del coronavirus padre Giuseppe Garbin, giuseppino, per diversi anni collaboratore in parrocchia a Salzano

La mattina di martedì 28 aprile è stato accolto dalle braccia del Padre p. Giuseppe Garbin, 75 anni, giuseppino del Murialdo, da un anno nella comunità dei Santi Martino e Rosa dove era viceparroco.

Padre Giuseppe è molto conosciuto dai salzanesi, avendo collaborato per diversi anni, quando era nella comunità dei Giuseppini di Mirano, sia con mons. Giuseppe Vardanega che con mons. Paolo Cargnin e gli altri sacerdoti. Ha seguito per alcuni anni gli anziani della Casa di riposo ed era spesso in parrocchia per celebrare o per le confessioni o per qualche altro servizio pastorale. Don Paolo, raggiunto in Paraguay dalla notizia della morte di padre Giuseppe, lo ricorda come “un prete disponibile, un uomo buono, umile, sempre preoccupato per le persone, per la sua gente, un vero pastore con l’odore delle pecore. Gli piaceva Salzano, si trovava bene con le persone, con noi preti. Era contento quando è diventato parroco a San Pio X di Padova, per questo legame con Salzano nel nome di papa Sarto”.

Anche il Gruppo Missionario e gli Amici del Ferro Vecchio lo ricordano come una guida spirituale e un amico sempre pronto ad ascoltare; un’amicizia che è continuata anche al termine della sua collaborazione a Salzano. “Padre Giuseppe ha sempre vissuto la sua vita come missionario a servizio degli altri in qualsiasi posto, si rimboccava le maniche ed era sempre pronto al “Sì”. Il nostro grazie per tutto”.

Padre Giuseppe era nato 75 anni fa a Bosco di Nanto, in provincia di Vicenza. È stato insegnante e preside nella scuola dei giuseppini a Montecchio Maggiore (Vi) e, appunto, parroco a San Pio X in Padova.

A Conegliano, dove è giunto da Venezia, ha ritrovato padre Giuseppe Menzato, suo compagno di studi e di ordinazione, che lo ricorda come persona riservata, gioiosa e ben inserita nella realtà coneglianese. Entrambi i religiosi hanno preso il Covid-19. Padre Menzato, è riuscito a superare la malattia, mentre padre Garbin non ce l’ha fatta: dopo un periodo all’ospedale di Oderzo è stato portato a Jesolo dove è spirato. Come da sua volontà padre Garbin verrà sepolto nel cimitero del suo paese natale.

La redazione di Comunità Nostra


Condividi questo articolo.