Home Blog

L’IMPORTANZA DI INSEGUIRE  I PROPRI SOGNI

Il 25 novembre 2017: la MIA data, la data in cui ho preso un aereo e sono volata al di là dell’oceano a rendere reale il mio piccolo grande sogno, il primo giorno in cui ho messo piede negli Stati Uniti!

Ciao a tutti! Sono Veronica Dal Corso, ho 27 anni, vengo da Salzano, ed attualmente vivo e lavoro a Philadelphia (Pennsylvania), la sesta città più famosa degli Stati Uniti! A luglio 2017 ho conseguito la laurea magistrale in Ingegneria Aeronautica presso La Sapienza di Roma, e poco dopo ho iniziato a lavorare per Bhai Tech un’azienda padovana di Formula 4, fino a quando, ad ottobre dello stesso anno, ho ricevuto la chiamata da un numero americano a me sconosciuto fino a quel momento; da cui, dopo una serie di colloqui, ho ricevuto una proposta di lavoro inaspettata ma anche tanto desiderata! Ed eccomi qui ora a raccontarvi la mia esperienza! Lavoro come Structural Design Engineer in AWPC (Agusta Westland Philadelphia Corporation). Per chi non conoscesse l’azienda, Agusta Westland è un’azienda aeronautica del gruppo Leonardo dove vengono sviluppati e prodotti elicotteri, in particolare il mio ruolo consiste nello sviluppo di parti strutturali per due linee di prodotto (elicotteri AW139 e AW119).

Passare dalla piccola Salzano ad una città così grande e a me sconosciuta come Philadelphia, non lo nego, non è stato facile! Con i suoi quasi 2 milioni di abitanti, Philadelphia, o meglio Philly, come viene più spesso chiamata, è un mix di culture e religioni, le quali ti insegnano a scoprire ed apprezzare le mille sfaccettature che la diversità comporta! Qui a Philly è presente una grande comunità di cristiani cattolici, la città è stata inoltre sede nel settembre 2015 della visita di Papa Francesco durante il suo Viaggio apostolico.

Philly è anche la città di Rocky (la statua, le scalinate, il ristorante: si trovano tutti qui a Philly), è la città della Liberty Bell, della Cheesesteak e dei molti musei (storici, scientifici e d’arte). L’influenza europea la porta comunque, a differenza di New York, ad essere una città meno caotica e a misura d’uomo.

Una volta approdata negli States, ho dovuto fin da subito darmi da fare, non solo lavorativamente parlando! Ho dovuto rifare la patente, obbligatoria qui se si vuole comprare un’auto. L’inglese studiato per molti anni a scuola e mantenuto durante i viaggi in Europa è stato totalmente messo in discussione con il più comune americano (che credetemi risulta per certe parole totalmente diverso!). E ovviamente ho dovuto farmi carico di tutte le responsabilità che conseguono con l’andare a vivere da soli! Ho trovato però anche una calorosa famiglia composta da colleghi di lavoro (alcuni dei quali anch’essi italiani) ed amicizie nate e consolidate negli Starbucks in giro per la città.

Ai ragazzi della nostra comunità dico: “Follow your dreams and fight for what you believe in”.

Dico loro di non fermarsi davanti al primo ostacolo, di non aver paura! Perché è proprio la paura l’ostacolo più grande, che ci porta ad inventare scuse. Molto spesso il sogno viene visto come qualcosa di irraggiungibile e allora lo si lascia lì, nascosto in un cassetto, per paura di non essere in grado di affrontarlo.

E poi ci sono quelli che ti diranno sempre che “non ce la farai mai”, perché queste persone purtroppo esisteranno sempre, perché sono le prime che non ci hanno mai provato…

Ma fortunatamente, ci sono anche quelle persone che invece ti diranno che puoi fare tutto e sono le persone più belle, quelle che ti capiscono, quelle che ti dicono che la forza per fare tutto ce l’hai, quelle che ti danno la spinta per intraprendere un lungo viaggio, per buttarti sul lavoro dei tuoi sogni, per trasferirsi in una città a migliaia di chilometri da te, perché è quello che vuoi. Un grazie particolare va alla mia famiglia per avermi sempre spronata a dare il meglio di me e per avermi supportata sempre in tutte le mie scelte!

Con affetto,
Veronica Dal Corso


Condividi questo articolo.

BICICLETTATA ALLA SCOPERTA DELLE RICCHEZZE STORICO-NATURALISTICHE DI SALZANO

Domenica 15 settembre 2019

Un viaggio in bicicletta attraverso le ricchezze culturali e naturalistiche di Salzano. E’ questa la proposta pensata e organizzata dalle associazioni culturali Pro Loco – Volontari Museo della Filanda, Tempo e Memoria, e coordinamento naturalistico Napea (WWF Venezia e Territorio, Legambiente Riviera del Brenta, Legambiente Miranese, VAS Venezia e Laguna Photografica) con il patrocinio del Comune di Salzano.

Partendo da Villa Donà Romanin Jacur, la visita proseguirà nella Filanda, eccellenza di archeologia industriale costruita dalla famiglia Jacur nell’Ottocento. Dopo una breve sosta nel centro di Salzano dove verranno svelati luoghi e segni che spaziano dal medioevo all’età moderna, sarà il turno del Museo San Pio X presso la chiesa di Salzano. Il museo conserva tessuti e argenterie dal Quattrocento ai giorni nostri, ed è dedicato al parroco Giuseppe Sarto, meglio noto poi con il nome di Papa Pio X.

Sempre in bicicletta, attraverso viottoli di campagna, gran finale con visita all’oasi Lycaena, ex cava di argilla ora patrimonio naturalistico quale luogo per la salvaguardia della flora e fauna locale.

  • Ritrovo ore 09.00 presso Museo della Filanda – Via Roma 166 Salzano.
  • Conclusione per le ore 16.00 presso l’oasi Lycaena.
  • Quota di partecipazione 5 euro – gratuito fino ai 14 anni non compiuti.
  • Pranzo al sacco a carico dei partecipanti.
  • Numero massimo partecipanti: 50.

Pre-iscrizioni entro mercoledì 11 settembre all’indirizzo mail: itinerari.salzano@gmail.com

In caso di maltempo, l’evento sarà rinviato a domenica 6 ottobre.


Condividi questo articolo.

Mancano pochissimi giorni all’inizio della Sagra di S. Bartolomeo! Cinque giorni di festa, dal 23 al 27 agosto.

GRAZIE A VOI, con il vostro aiuto, siamo riusciti a rimodernare la cucina, sostituire tutti gli infissi e rifatto il bagno al piano terra dell’oratorio.
Quest’anno, ci dedicheremo alla sostituzione della caldaia degli spogliatoi del campo sportivo, il cambio sedie e tavoli in sala bar e la sistemazione della sala cinema dell’oratorio.
In un prossimo futuro ci sono altri progetti ambiziosi da soddisfare, come la sistemazione della facciata dell’oratorio, oppure una soluzione per il Cinema Marconi, sempre con l’aiuto di tutti.
GRAZIE PER IL VOSTRO CONTRIBUTO!

Anche quest’anno l’associazione NOI ORATORIO propone in piazza Pio X lo stand gastronomico aperto ogni sera dalle ore 19:00: oltre ai consueti piatti di frittura mista, tagliatelle al masaro, delicati gnocchetti e l’immancabile “panin onto”, “poenta e ossetti”, galletto ai ferri, e deliziosi piatti di pesce della tradizione veneta tra cui il baccalà alla vicentina.

Venerdì 23 agosto: sconto speciale 50% sulla consumazione del “piatto NOI”!

Scarica qui il Studio 25 Salzano

Sabato 24 agosto

  • Ore 18.30 S. Messa in occasione del Santo Patrono San Bartolomeo celebrata dai sacerdoti originari e che hanno prestato servizio in questa comunità.
  • Ore 20.00 Gara di PASTASCIUTTA e BUDINO aperta a tutti
  • Ore 21.00 Serata di canti popolari eseguiti dal coro “EL MORARO”

Domenica 25 agosto

  • Ore 12.30 presso lo stand Noi FACCIAMO FESTA A PADRE MASSIMO BOLGAN seguirà il PRANZO COMUNITARIO. Quota partecipazione € 15,00 prenotazioni entro giovedì 22 presso Gruppo Missionario.
  • Ore 15.30 GIOCHI D’ACQUA PER BAMBINI E GENITORI, alla fine dei giochi seguirà “anguriata” per i partecipanti.
  • Ore 17.30 TI PRESENTO IL MIO CANE: manifestazione cinofila aperta a chiunque possegga un cane e desideri farlo conoscere a tutti.
  • Ore 21.00 presso il campo sportivo parrocchiale, TALE E QUALE SHOW: ROBEGANESI ALLO SBARAGLIO

Lunedì 26 agosto

  • Ore 20.00 partita di Rugby Tuch con Mirano Rugby (presso il campo sportivo parrocchiale)

Non mancare! Vi aspettiamo tutti al NOI!


Condividi questo articolo.

Con il GrEst appena concluso, i gruppi Scout e dell’Azione Cattolica stanno già assaporando le loro avventure estive! Vi proponiamo qui il calendario delle esperienze estive che i nostri giovani vivranno.

AGESCI Scout Salzano 1

Branco Fiore Rosso e Branco Seeonee

Dal 13 al 20 luglio
Località: Cesclans (UD)
Slogan: Alla ricerca del… “Nostro Meglio”

Reparto Sole d’Oriente e Reparto Stella del Nord

Dal 21 luglio al 2 agosto
Località: Lorenzago (BL)
Slogan: Fuori dalla mia palude: avventura a Lorenzago!

Noviziato

Dal 1° al 7 agosto
Località: Roma
Slogan: Route di strada, comunità e servizio a Roma

Clan Oltre

Dal 3 al 9 agosto
Località: Lourdes – Francia
Slogan: Abbiamo creduto all’amore: eccoci!

Clan Arcobaleno

Dal 5 al 10 agosto
Località: Abruzzo
Slogan: Majella quant sì bell!

Azione Cattolica

Campo 4a-5a Elementare

Dal 28 luglio al 4 agosto
Località: Rigolato (UD)
Slogan: La tribù di aquila bianca

Campo 1a-2a media

Dal 3 al 10 agosto
Località: Borgo Valsugana (TN)
Slogan: StarUors – La Forza sia con te

Campo 3a media

Dal 26 al 31 agosto
Località: Vallada Agordina (BL)
Slogan: Campo 2005 – Ad alta quota

Campo 1a superiore

Dal 27 luglio al 3 agosto
Località: Rimini
Slogan: Sulle orme di Alberto Marvelli

Campo 2a superiore

Dal 4 all’11 agosto
Località: Gubbio to Assisi
Slogan: Sulle orme di San Francesco

Campo 3a Superiore

Dal 3 al 10 agosto
Località: Torino
Slogan: Sermig – al servizio degli altri


Condividi questo articolo.

UN’ESPERIENZA ACCANTO ALLE PERSONE IN DIFFICOLTÀ

Ciao a tutti! Vengo da Salzano e da Febbraio 2017 vivo con la “Comunità Cavanis Gesù Buon Pastore”, in Papua Nuova Guinea. Probabilmente era da un po’ di tempo che pensavo di visitare una missione, ma quando si è presentata l’occasione di incontrare qualcuno di loro in Italia, è stato il momento di partire. La Papua Nuova Guinea è un’isola del pacifico che si trova poco al di sopra dell’ Australia, ed è una terra ricchissima, dove la vegetazione non smette mai di crescere durante tutto l’ anno, offrendo frutti di tutti i tipi. Nonostante questa abbondanza di risorse naturali in territori sconfinati, la popolazione non ha avuto praticamente nessuno sviluppo. Generalmente le persone qui vivono in villaggi sparsi nella foresta, ed abitano in palafitte di Bamboo, rialzate da terra per sfuggire agli allagamenti della stagione delle piogge. E’ un paese molto giovane e la fede cattolica è stata conosciuta solo 130 anni fa.

La popolazione si dice Cristiana anche se è ancora molto diffusa una religione di tipo animista e figure come quella dello stregone sono ancora molto presenti nei villaggi. A Bereina, piccolo centro situato a tre ore dalla capitale, nel 2013 sono arrivate le “sisters”: inizialmente un gruppo di 7 donne consacrate che hanno deciso di mettere la loro vita a servizio di bambini e giovani del posto. Da subito un gruppo di ragazzi locali ha sentito la necessità di proteggerle, avvicinandosi così a loro e creando un rapporto di aiuto reciproco che continua ancora. Nel frattempo la comunità è cresciuta: sono arrivate le postulanti e le novizie e anche la famiglia di Matteo e Manuela con i loro tre figli, allargando così gli orizzonti di questa congregazione.

Io e Matteo ormai siamo coppia fissa nel lavoro quotidiano con i ragazzi, i quali stanno apprendendo molte competenze: nel costruire case con impianti elettrico e idraulico, di falegnameria e di meccanica. Inoltre, essere impegnati durante la settimana, aiuta loro a stare lontani da alcool e droga.

Penso che vivere in comunità sia una bella opportunità, perché si è sempre in relazione con altre persone, anche nelle difficoltà, cosa che invita ognuno a mettersi in discussione per poter migliorare i propri atteggiamenti. Ai giovani di Salzano, e non solo, direi di concedersi, almeno una volta nella propria vita, un’esperienza di volontariato con persone in difficoltà, perché penso possa far nascere qualcosa di utile, qualsiasi sarà la vostra scelta in futuro.

Con affetto,
Riccardo Tosetto

Concedetevi un’esperienza di volontariato con le persone “ai margini”.


Condividi questo articolo.