Home Da Salzano a #04: Da Salzano alla… Papua Nuova Guinea

#04: Da Salzano alla… Papua Nuova Guinea

UN’ESPERIENZA ACCANTO ALLE PERSONE IN DIFFICOLTÀ

Ciao a tutti! Vengo da Salzano e da Febbraio 2017 vivo con la “Comunità Cavanis Gesù Buon Pastore”, in Papua Nuova Guinea. Probabilmente era da un po’ di tempo che pensavo di visitare una missione, ma quando si è presentata l’occasione di incontrare qualcuno di loro in Italia, è stato il momento di partire. La Papua Nuova Guinea è un’isola del pacifico che si trova poco al di sopra dell’ Australia, ed è una terra ricchissima, dove la vegetazione non smette mai di crescere durante tutto l’ anno, offrendo frutti di tutti i tipi. Nonostante questa abbondanza di risorse naturali in territori sconfinati, la popolazione non ha avuto praticamente nessuno sviluppo. Generalmente le persone qui vivono in villaggi sparsi nella foresta, ed abitano in palafitte di Bamboo, rialzate da terra per sfuggire agli allagamenti della stagione delle piogge. E’ un paese molto giovane e la fede cattolica è stata conosciuta solo 130 anni fa.

La popolazione si dice Cristiana anche se è ancora molto diffusa una religione di tipo animista e figure come quella dello stregone sono ancora molto presenti nei villaggi. A Bereina, piccolo centro situato a tre ore dalla capitale, nel 2013 sono arrivate le “sisters”: inizialmente un gruppo di 7 donne consacrate che hanno deciso di mettere la loro vita a servizio di bambini e giovani del posto. Da subito un gruppo di ragazzi locali ha sentito la necessità di proteggerle, avvicinandosi così a loro e creando un rapporto di aiuto reciproco che continua ancora. Nel frattempo la comunità è cresciuta: sono arrivate le postulanti e le novizie e anche la famiglia di Matteo e Manuela con i loro tre figli, allargando così gli orizzonti di questa congregazione.

Io e Matteo ormai siamo coppia fissa nel lavoro quotidiano con i ragazzi, i quali stanno apprendendo molte competenze: nel costruire case con impianti elettrico e idraulico, di falegnameria e di meccanica. Inoltre, essere impegnati durante la settimana, aiuta loro a stare lontani da alcool e droga.

Penso che vivere in comunità sia una bella opportunità, perché si è sempre in relazione con altre persone, anche nelle difficoltà, cosa che invita ognuno a mettersi in discussione per poter migliorare i propri atteggiamenti. Ai giovani di Salzano, e non solo, direi di concedersi, almeno una volta nella propria vita, un’esperienza di volontariato con persone in difficoltà, perché penso possa far nascere qualcosa di utile, qualsiasi sarà la vostra scelta in futuro.

Con affetto,
Riccardo Tosetto

Concedetevi un’esperienza di volontariato con le persone “ai margini”.


Condividi questo articolo.