Home News

Parrocchie di Salzano e Robegano: itinerario per la preparazione al matrimonio cristiano

“Perché la vostra gioia sia piena” Gv 15,11

Il corso di 8 incontri, a partire da venerdì 13 novembre 2020 che si terranno a Salzano nella Sala S. Bartolomeo (Casa della Comunità) dalle ore 20.30 alle 22.30.

A partire dai vari momenti della celebrazione del sacramento del matrimonio, si cercherà di approfondire temi inerenti alla vita matrimoniale e al sacramento stesso. Ci saranno momenti assembleari e momenti in piccoli gruppi. Sarà importante che agli incontri si partecipi come coppia.

ISCRIZIONI

  • Presso la canonica di Robegano, domenica 25 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 12.00
  • Presso la canonica di Salzano, sabato 31 ottobre dalle ore 16.00 alle ore 18.00

PARROCCHIA DI SALZANO – don Giulio Zanotto 041 437006
PARROCCHIA DI ROBEGANO – don Filippo Facchin 041 482725


Condividi questo articolo.

Sabato 3 ottobre 2020, alle ore 21, in piazza san Pio X a Salzano si terrà un evento davvero interessante per gli amanti della musica leggera di qualità.

Si tratta di un concerto con le più belle canzoni di Fabrizio De André, interpretate da cantanti e musicisti affermati con giovani talenti che sapranno conquistare i favori del pubblico più esigente.

L’orchestra e i cantanti presenteranno le canzoni con arrangiamenti tipici dello stile dei concerti più belli di Fabrizio De André. Nelle sue canzoni egli spesso amava raccontare le figure ai margini della nostra società, riconoscendo loro una dignità che il mondo di oggi è difficilmente disposto a concedere.

Per questi motivi, la parrocchia di Salzano ha pensato di proporre questo concerto con musiche di Fabrizio De André aggiungendo la dedica “Ripartiamo… dagli ultimi!”. Legheremo quindi la nostra speranza di ripartire con serenità in questo difficile periodo, scegliendo di prestare particolare attenzione agli “ultimi” che vivono accanto a noi.

In caso di maltempo, il concerto sarà annullato.


Condividi questo articolo.

Quest’anno la “sagra”, o meglio la “sacra” festa di S. Bartolomeo sarà diversa dal solito, e sarà necessario attendere ancora un po’ per riprendere l’aggregazione comunitaria a cui siamo abituati e di cui sentiamo molto il bisogno.

Desideriamo  però con forza festeggiare il nostro Santo Patrono S. Bartolomeo, e invocare la sua protezione per la nostra comunità, oggi più che mai bisognosa di sostegno, sia morale che materiale.

Per questo vogliamo proporre un gesto concreto: la condivisione del pane, nutrimento per il corpo, ma che condiviso tra tutte le famiglie della parrocchia sarà anche e soprattutto nutrimento spirituale.

Al termine della S. Messa solenne di S. Bartolomeo, che sarà celebrata sabato 22 agosto alle ore 18.30 nel sagrato della chiesa, saranno distribuite delle pagnotte di pane, del peso di circa 500 g, che potranno essere ritirate per poter essere poi consumate a casa in famiglia.  Il pane potrà essere ritirato anche al termine delle celebrazioni di domenica 23 agosto.

Nel ritirare il pane, chiediamo un’offerta, che andrà a ristoro della nostra parrocchia, anch’essa  colpita, dal punto di vista economico, in questi mesi di chiusura. Ciascuno potrà dare secondo le sue possibilità: siamo coscienti delle difficoltà economiche che attraversano famiglie e attività produttive.

Vorremmo aderire in tanti, e nello spezzare questo pane nelle nostre tavole, essere idealmente vicini alle altre famiglie delle nostra comunità, come nella grande festa di “S. Bortolo” a cui siamo abituati.

Ringraziamo fin d’ora tutte le persone che vorranno aderire, e tutte le persone che a vario titolo daranno il loro contributo di volontariato per l’organizzazione della festa.

Per “ordinare” la propria pagnotta, vi chiediamo di compilare il tagliandino presente nel volantino, e inserirlo nelle cassette che troverete all’interno della chiesa, entro lunedì 17 agosto. I volantini con i tagliandini sono presenti alle porte della chiesa e nei principali negozi del centro.


Condividi questo articolo.

Musica, arte e cultura per la nostra Comunità

Notturni in musica

Per segnare la ripresa della musica dal vivo dopo lo stop dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19, la Parrocchia propone due concerti nel cortile di Villa Combi.

  • Il primo sarà un’esibizione del quartetto di flauti “Petalis” il giorno venerdì 7 agosto.
  • Per il secondo concerto saranno invece alla ribalta il trio “Harmoniae classiche” ed altri solisti il giorno venerdì 28 agosto.

Inizio alle ore 21:00.

Il silenzio assordante cui ci ha costretto il virus ci ha fatto ancor più amare la musica e sentirne il bisogno.

Saranno rispettate le regole del distanziamento sociale.


Condividi questo articolo.

Domenica 7 giugno riapre ai visitatori il Museo S. Pio X nel consueto orario, la domenica mattina dalle 09.30 alle 12.00.

I visitatori, per accedere al museo, dovranno essere muniti di mascherina e seguire il percorso di visita proposto. L’accesso è consentito ad un massimo di 6 visitatori contemporaneamente, eventuali altri visitatori attenderanno all’esterno il turno successivo.

Vi aspettiamo!


Condividi questo articolo.

Finalmente possiamo ritrovarci a celebrare l’Eucarestia, appuntamento molto desiderato e cuore della Comunità Cristiana, come della fede. Di seguito troverete i nuovi orari festivi e alcune norme per poter partecipare in sicurezza alla Celebrazione. Qui, infine, trovate il Foglio della Domenica.

NUOVI ORARI DELLE MESSE DOMENICALI

Il sabato sera:

  • alle ore 17.30 e alle ore 19.00;

La domenica:

  • la mattina alle ore 7.00 – 8.30 – 10.00 e 11.30,
  • la sera alle ore 18.30.

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

  • Per garantire il distanziamento sociale, sarà consentita la partecipazione di un massimo di 150 persone per celebrazione.
  • È fatto divieto di partecipare alla S. Messa a tutti coloro che sono positivi al Covid-19 e a coloro che hanno la temperatura corporea superiore a 37.5° centigradi.
  • Non potranno partecipare alla S. Messa coloro che negli ultimi 14 giorni hanno avuto un contatto stretto non protetto con persone positive al Covid-19.
  • I fedeli dovranno partecipare alle celebrazioni muniti di mascherina.

I fedeli saranno assistiti da alcuni volontari. 


Condividi questo articolo.